Pubblicità

 

 

 

 

Pubblicisti

14/10/2013

Lettera GIPU n.14/n.3 (Consigliatura 2013-2016) ai giornalisti pubblicisti dell'Emilia-Romagna


Articolo di: La Segreteria GIPU



Care Colleghe e cari Colleghi,
queste le ultime novità dei nostri impegni.

 

1. Attività del Consiglio Regionale


Oltre ai consueti impegni nella "Commissione Pratiche", seguiti per i Pubblicisti dai nostri colleghi Gipu (il vicepresidente Emilio Bonavita, il tesoriere Gianna Zagni e il consigliere Luca Molinari), segnaliamo che è stato recentemente avviato il "Gruppo di lavoro per la rimodulazione del sito internet dell'Ordine", antiquato e poco funzionale, dove è impegnata Gianna Zagni. Bonavita si sta altresì occupando, per conto della Fondazione dell'Ordine e in collaborazione con Claudio Santini, di un importante progetto formativo: un corso per addetto stampa internazionale, studiato per preparare i colleghi degli uffici stampa dell'Expò 2015. Nel gruppo di lavoro, su proposta dello stesso Emilio, è stata inserita anche la collega dell'Arga Lombardia Barbara Reverberi, che lavora nella Commissione Comunicazione del citato Expò. Il gruppo di lavoro sta definendo profilo e skills (le competenze) del candidato, nonché le materie di insegnamento. Del progetto, che vedrà coinvolte le università emilianoromagnole e l'assessorato regionale alla formazione, vi daremo ulteriori info nella prima Lettera Gipu del 2014.


2. Nuovi incarichi e impegni nel Consiglio Nazionale


A livello nazionale, l’Esecutivo ha assegnato gli incarichi nei Gruppi di lavoro. Michelangelo Bucci ha iniziato a lavorare quale componente del "Gruppo Precari"; Mario Paolo Guidetti in quello della "Informazione Economica"; Elio Pezzi è stato confermato quale coordinatore del "Gruppo di lavoro Iniziative Culturali e Editoriali"; Roberto Zalambani, infine, è stato inserito nel "Nucleo Operativo" del Comitato Tecnico Scientifico del Consiglio Nazionale, che dovrà traghettare i giornalisti italiani verso la formazione continua certificata, al pari degli altri Ordini professionali, a partire dal 1° gennaio 2014, come previsto dal Regolamento attuativo di recente limato ed approvato dal Ministero di Grazia e Giustizia.


3. La Riforma dell'Ordine Giornalisti


In merito alla riforma ordinistica, lo specifico Gruppo di lavoro nazionale ha presentato una bozza di proposta con le linee guida. Tale bozza, integrata con gli emendamenti dei consiglieri nazionali, sarà esaminata dalla Consulta dei presidenti e vicepresidenti degli Ordini regionali. Entro il prossimo gennaio il Cnog dovrebbe approvarla, per poi presentarla al Parlamento, che la utilizzerà quale testo base per la legge di riforma.


4. Riforma della legge sul reato di diffamazione a mezzo stampa


Le fonti giornalistiche sono protette dalla Convenzione europea dei diritti dell’Uomo e dalle sentenze della Corte di Strasburgo (giudice unico della Convenzione). La stessa Corte, nell’ultimo decennio, ha ripetutamente ribadito il no al carcere per i cronisti: “prediche” inascoltate nel nostro Paese, come dimostra il recente caso del collega calabrese di 79 anni (sic!) arrestato. Nonostante questa “sordità”, anche grazie all'impegno del consigliere nazionale Guidetti, condiviso con gli amici Bucci e Pezzi, sono stati sensibilizzati tutti i consiglieri regionali dell'Emilia-Romagna, nonché i parlamentari delle province di Reggio Emilia, Ravenna e Forlì-Cesena, i quali hanno contribuito a far compiere il primo passo di riforma della Legge n. 47/1948, che non protegge le fonti giornalistiche e prevede il carcere per il reato di diffamazione. Lo scorso 17 ottobre, infatti, la Camera ha approvato in prima lettura il disegno di legge in materia di diffamazione a stampa o altro mezzo d'informazione. Il provvedimento è ora all’esame del Senato. Le principali novità della proposta di legge riguardano: l'abolozione del carcere per i giornalisti, la rettifica senza commento, le testate online e radiofoniche (oltre ai giornali), il risarcimento danni, la responsabilità del direttore, le querele infondate, il segreto professionale, l'ingiuria e la diffamazione (per saperne di più: www.penalecontemporaneo.it).


5. Iniziative effettuate e iniziative previste


Nell’ambito delle attività formative dell'Associazione Stampa Reggiana, col contributo dell'amico Guidetti, il 26 ottobre scorso, alla biblioteca-museo del convento dei Cappuccini di Reggio Emilia si è svolto un interessante incontro con Giancarlo Corsi, docente di sociologia generale all'ateneo di Modena e Reggio, sul tema: “Politica e giornalismo nello specchio dell'opinione pubblica”. Il successivo 16 novembre, l'amico Alberto Lazzarini, presidente della Commissione Cultura del Cnog, ha promosso ed organizzato due importanti iniziative a Cento (Ferrara). In primo luogo, la cerimonia inaugurale della palestra dell'istituto comprensivo "Carducci", ricostruita a seguito dei danni causati dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012 e intitolata a Melissa Bassi, la studentessa brindisina uccisa un anno e mezzo fa. Le attrezzature didattiche e sportive della palestra, inaugurata dal presidente nazionale dell'Ordine Enzo Iacopino, sono state allestite grazie alla contribuzione volontaria dei consiglieri nazionali dell'Ordine, autotassatisi all'indomani del sisma. Il secondo momento è stato il convegno: "Terremoto: informazione e beni culturali", svoltosi nel salone di CariCento, gremito di studenti, giornalisti e cittadini, a cui sono intervenuti, insieme a Iacopino e Lazzarini, il presidente della banca Carlo Alberto Roncarati, il sindaco di Cento Piero Lodi, il direttore dei beni culturali e paesaggistici dell'Emilia-Romagna Carla Di Francesco,il giornalista Rai Antonio Farnè, che ha trasmesso ogni giorno per oltre due mesi il dramma del sisma (fino a 23 dirette al giorno!), e, via telefono, il critico d'arte Philippe Daverio. Erano altresì presenti il tesoriere nazionale Nicola Marini, i componenti della Commissione cultura e i consiglieri Guidetti e Pezzi (quest'ultimo ha curato il documentario sul terremoto
proiettato in apertura del convegno).


Segnaliamo, infine, che il 24 dicembre (ore 18.00), grazie all'interessamento del collega Gipu Cesare Spagna, nella Cappella delle Confessioni della Basilica di san Domenico a Bologna, l'amico giornalista fra Giovanni Bertuzzi OP celebrerà la Messa della Vigilia di Natale per i giornalisti, durante la quale saranno ricordati i colleghi scomparsi nel 2013 in Emilia-Romagna; seguirà in Cappella Ghisilardi, il tradizionale scambio di auguri. Invitandovi a condividere con noi idee, problemi e proposte, e rinnovandovi il nostro impegno per la categoria, cogliamo l'occasione per porgere a tutti voi e alle vostre famiglie un caro augurio di Buon Natale e sereno 2014.


Cordiali saluti.

 

 

 

luglio 2017


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Qualche tempo fa è finalmente arrivata la risposta alla domanda "a cosa servono i giornalisti a cosa serve il loro Ordine?". L'hanno data in diretta due voci radiofoniche. Sabato 27 maggio sui 97.3 e 97.6 di Radio International il giornalista Leo Vicari (dipendente dell'azienda) si è... (...segue +)

Focus

Medicina

Diagnostica rivoluzionaria per le indagini tumorali al seno.

Si chiama Giotto Class il nuovissimo tomografo entrato in...

...leggi »

Rododentro

Riforma del reato di diffamazione con il mezzo della stampa.

Il disegno di legge numero 925...

...leggi »

Pubblicisti

Lettera GIPU N.26/N.15. Ai giornalisti pubblicisti dell'Emilia Romagna

Care Colleghe e cari Colleghi   vi inviamo la prima...

...leggi »

Formazione

VERSO UN MODELLO PSICOECONOMICO INTEGRALE, cioè SOGGETTIVITÀ E DEMOCRAZIA,

Molte cose stanno avvenendo nel passaggio in...

...leggi »

Ambiente

Terminati i lavori del Consorzio al Canale Collettore di Burana a Bondeno, pronti per affrontare l’inverno

...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK