Pubblicità

 

 

 

 

Agroalimentare

20/06/2017

Contro lo spreco, senza confini

Italia e Stati Uniti per un lavoro comune contro lo spreco alimentare, nella città che da anni ha avviato la campagna "Spreco Zero" sostenuta dal Ministero dell'Ambiente.


Articolo e foto di: Lisa Bellocchi



Anche quando non si è d'accordo su come affrontare i cambiamenti climatici, come accade di questi tempi tra Unione Europea (e dunque Italia) e Stati Uniti, c'è sempre margine per trovare accordi su altri fronti. 

Lo ha dimostrato, alla vigilia del Meeting del G7, che si è svolto a Bologna, il convegno “Innovative Food Waste Approaches” che si è svolto a FICO Eataly World, il più grande parco agroalimentare del mondo che aprirà a Bologna in autunno. Di fronte, il ministro dell’Ambiente italiano Gian Luca Galletti e l’amministratore dell’Epa, Agenzia per la Protezione dell’Ambiente degli Stati Uniti, Scott Pruitt, che hanno condiviso (assieme al mondo accademico e alle aziende italiane e statunitensi maggiormente all’avanguardia sul fronte della riduzione dello spreco di cibo) le buone pratiche in corso nei due Paesi su un tema di grandissima rilevanza ambientale, oltre che economica e sociale. 

Sullo sfondo, dati allarmanti come quelli resi noti dall’Onu, secondo cui un terzo del cibo destinato al consumo umano oggi viene perso o sprecato. O come i dati della Fao che stimano il consumo di acqua derivante da sprechi e perdite alimentari su scala globale in 250 km cubi, pari al fabbisogno domestico di acqua per i prossimi 120 anni a New York, e in 750 miliardi di dollari il valore economico dei prodotti persi o sprecati.


“in Italia – ha detto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti -  è cresciuta la sensibilità e si sono moltiplicate le iniziative contro lo spreco alimentare. Dopo il grande lavoro di Expo, il Parlamento ha... (...segue +)

 

 

 

giugno 2017


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Respiro aria giornalistica fin da quando…sono nato. Faccio infatti parte di una famiglia giornalistica d’altri tempi papà Rino tra i fondatori di “Stadio“ (che poi lo zio Adalberto ha diretto) e mamma Annaluisa impiegata ai dimafoni (giovani lettori curiosi eh? Dopo ve lo spiego) hanno... (...segue +)

Focus

Agroalimentare

Olio extravergine, annus horribilis

Volgendo lo sguardo verso l’annata agraria che si sta chiudendo anche a...

...leggi »

Sport e auto

Mo-Tori che scalpitano tra le nebbie di pianura

Nell'anno del proprio cinquantenario Automobili Lamborghini presenta al...

...leggi »

Scienza

L’uso sostenibile della risorsa idrica in ambito industriale

Nel corso di questo XXI secolo probabilmente l'acqua...

...leggi »

Formazione

L'importanza della formazione nella ristorazione

Con queste poche righe di presentazione inizia una rubrica di argomentazioni...

...leggi »

Medicina

Smoke free Class Competition

Il fumo di tabacco è la principale causa di numerose malattie...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK