Pubblicità

 

 

 

 

Agroalimentare

26/01/2017

CIBÒ. So Good! Le eccellenze del territorio in Festival

Bologna celebra per il secondo anno consecutivo il meglio della food valley emiliano-romagnola. Dal 3 al 5 febbraio ritorna, infatti, a Palazzo Re Enzo la manifestazione che mette al centro di tutto la cultura del buon cibo.


Articolo e foto di: Francesca Domenichini



Sarà un’edizione notevolmente arricchita di eventi a tema, degustazioni, show cooking, corsi di cucina - anche in inglese - sia per le famiglie che per i più piccoli. Sarà soprattutto la celebrazione delle eccellenze enogastronomiche del territorio emiliano-romagnolo. E a portarle alla ribalta, per il secondo anno consecutivo nella prestigiosa vetrina di Palazzo Re Enzo a Bologna, dal 3 al 5 febbraio 2017 sarà CIBÒ. So Good!, il Festival dei sapori dell’Emilia-Romagna. A darne una “ghiotta” anticipazione la conferenza stampa che si è tenuta presso la sede Confcommercio Ascom in Strada Maggiore, che ha visto riuniti attorno allo stesso tavolo alcuni dei principali interlocutori della manifestazione, “moderati” da Lamberto Mazzotti, che ha dato inizialmente la parola a Giancarlo Tonelli, direttore generale di Confcommercio Ascom Bologna per i saluti di rito. Dopodiché, a fornire già un ampio quadro dell’articolato programma è stata Francesca Nanni del Gruppo Atomix, project manager del progetto CIBÒ, che ha sottolineato come Bologna “è e vuole essere la capitale dell’enogastronomia” e come la food valley dell’Emilia-Romagna rappresenti il simbolo del miglior made in Italy in fatto di prodotti IGP e DOP. Il Festival dei sapori sarà perciò un’occasione imperdibile per valorizzare ulteriormente le tradizioni della Regione, un’occasione di conoscenza degli “artigiani del buon cibo”. Grazie anche alle “isole del gusto” che a CIBÒ saranno organizzate in macroaree, come ad esempio: la pasta ripiena, la salsamenteria, l’enoteca, i laboratori del gusto e l’arena degli eventi (dove si affronterà, tra gli altri, con la Bologna Business School,... (...segue +)

 

 

 

febbraio 2017


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Respiro aria giornalistica fin da quando…sono nato. Faccio infatti parte di una famiglia giornalistica d’altri tempi papà Rino tra i fondatori di “Stadio“ (che poi lo zio Adalberto ha diretto) e mamma Annaluisa impiegata ai dimafoni (giovani lettori curiosi eh? Dopo ve lo spiego) hanno... (...segue +)

Focus

Agroalimentare

L’agricoltura cambia volto

C’era una volta l’agricoltura Quella con gli agricoltori con la zappa e con...

...leggi »

Rododentro

Dove vanno a finire i soldi che lo Stato dà ai giornali?

Di sicuro non servono...

...leggi »

Cultura e Spettacolo

Il plaustro

“Il plaustro”: vicende e significato di un periodico militante Questo è il titolo del...

...leggi »

Società

Ricordi di un 25 Aprile

Per me che non ho vissuto e sperimentato l’orrore della guerra...

...leggi »

Medicina

Smoke free Class Competition

Il fumo di tabacco è la principale causa di numerose malattie...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK