Pubblicità

 

 

 

 

Agroalimentare

17/07/2013

Dalla tavola degli egizi all’archeo street food

Il cibo e la sua simbologia protagonista nei ristoranti di Vetrina Toscana durante le Notti dell’Archeologia


Articolo e foto di: U.S. Vetrina Toscana



I Ristoranti e le Botteghe di Vetrina Toscana vi faranno riscoprire l’antica convivialità e l’arte dell’accoglienza così cara ai nostri antenati e ripercorrere, attraverso il gusto, alcuni momenti fondamentali dell’evoluzione dell’arte gastronomica, fino ad arrivare alle radici della nascita della cucina mediterranea.


In occasione delle Notti dell’Archeologia un ricco programma di eventi a base di degustazioni e cene a tema vi condurrà alla scoperta del territorio e delle radici della nostra storia.

Gli studi degli archeologi ci hanno rivelato tracce dei cibi e delle attività agricole svolte dai nostri progenitori. Dai piatti preparati in Etruria ed a Roma, di cui abbiamo traccia dalle immagini e da varie opere letterarie, prendono le mosse molte delle specialità della cucina toscana tradizionale, che ancora oggi sono proposte nel territorio. Grazie alla professionalità degli Chef queste ricette vengono attentamente “ricostruite” e “attualizzate”: si parte da una documentazione storica per arrivare ad un’”interpretazione” in chiave moderna.

Dopo il successo dello scorso anno torna Archeo Street Food un percorso itinerante nel centro storico di Cortona con degustazioni di ricette etrusche: l’antenato del famoso: cibo di strada. Sempre a Cortona nei ristoranti di Vetrina, sarà possibile degustare singoli piatti o più portate, ma sempre di matrice “Archeo”.

Per ogni consumazione il cliente riceverà un timbro e al raggiungimento di almeno tre timbri avrà un ingresso scontato al MAEC (Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona). L’archeo trekking sarà la novità di quest’anno: percorsi di trekking in itinerari archeologici (i tumuli del sodo, la villa imperiale di Ossaia e i reperti dell’abbazia di Farneta) abbinati a ristoratori e produttori locali.


Anche nel Parco Regionale della Maremma ad Alberese e a Baratti ci saranno cene a menù Etrusco. Ad Orbetello, invece, dove nel pomeriggio di sabato 27 luglio si terrà la conferenza: "Itticoltura da cerimoniale religioso a pratica economica", la sera verrò preparato un menù a tema dove il protagonista sarà il Pesce "Dimenticato" quelle specie che solitamente vengono rigettate in mare perché non hanno mercato, ma che hanno costituito per secoli  Il menù dei pescatori e sono stati alla base dei piatti di mare della tradizione toscana come melù, mosdee, sugarelli, moscardini, totani e ficozze.  

A Camaiore si parlerà de: “L’arte del cibo tra Roma ed Egitto” e sulla base di ricette storiche romane ed egizie e con l’uso di spezie e altri prodotti utilizzati anche a livello locale, dall’età romana in poi, si possono gustare appetitosi manicaretti della gastronomia mediterranea.

Grazie a Vetrina Toscana, il programma di Regione Toscana e Unioncamere che promuove la rete di ristoranti e negozi alimentari che valorizzano i prodotti tipici, più di 1000 imprese si fanno “ambasciatori” del proprio territorio.


Per capire appieno il “genius loci”, infatti, oltre a visitarne i luoghi simbolo, è importante assaggiare i piatti e i prodotti tipici perché fanno parte della cultura e del carattere del posto, insomma contribuiscono a farci cogliere lo spirito del luogo, la sua irreplicabile atmosfera.

Queste e molte altre iniziative vi condurranno in un indimenticabile viaggio: “alla ricerca del gusto perduto”


 

 

 

maggio 2018


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Qualche tempo fa è finalmente arrivata la risposta alla domanda "a cosa servono i giornalisti a cosa serve il loro Ordine?". L'hanno data in diretta due voci radiofoniche. Sabato 27 maggio sui 97.3 e 97.6 di Radio International il giornalista Leo Vicari (dipendente dell'azienda) si è... (...segue +)

Focus

Agroalimentare

La PAC, corso di formazione ARGA

“La politica agricola comunitaria di “comune” non ha poi molto”...

...leggi »

Formazione

Ruolo e responsabilità del giornalista nel promuovere la lotta allo spreco attraverso le nuove tecnologie e la meccanizzazione nell'agroalimentare

...

...leggi »

Scienza

Dagli OGM nessuna minaccia per la salute, per l’ambiente o la biodiversità

Una vasta...

...leggi »

Lavoro

Brainworker. Chi è costui?

Tra le nuove figure di questo nostro tempo c’è n’è una che...

...leggi »

Rododentro

Minacciati 1.370 giornalisti dal 2006 a oggi

1370 Tanti i giornalisti che dal 2006 a oggi...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK