Pubblicità

 

 

 

 

Sport e auto

03/01/2013

Censimento impianti sportivi


Articolo di: Alberto Bortolotti



Presentato a Sports Days, in corso a Rimini Fiera fino a domani, il progetto riguardante il Censimento Nazionale degli Impianti Sportivi che Coni Servizi e Coninet hanno avviato per dotare sia il Coni che le amministrazioni di uno strumento attuale per pianificare gestione e realizzazione di strutture sportive.


Attualmente la lettura del patrimonio di impiantistica sportiva in Italia è affidata ad una proiezione che fece il Cnel nel 2003 su un dato disponibile nel 1996. Ad oggi la stima è di 150.000 impianti. La realtà è fatta di una situazione molto penalizzante sotto l´aspetto dell´agibilità, della omologazione e anche della coerenza nell´applicazione di normative ormai desuete.


Lo scopo del progetto è quello di inserire nella banca dati tutti gli impianti sportivi, riclassificati in modo omogeneo, di proprietà pubblica, privata, fino alle palestre delle scuole, gli impianti degli oratori e delle strutture ricettive quando dotate di impianti aperti al pubblico. Sarà una banca dati in costante aggiornamento, che potrà integrare anche informazioni sulla gestione e sull´utilizzo delle strutture. Quindi non solo il numero, proprio per leggere il patrimonio alla luce dell´utilizzo, della densità e quindi della eventuale necessità di ulteriori realizzazioni.


"Sarà possibile - è stato detto al convegno -? completare la banca dati con informazioni che la rendano fruibile in funzione della collocazione geografica dell´impianto, della vicinanza a strutture ricettive nella logica di un utilizzo del turismo sportivo, per le discipline praticate così da programmare una distribuzione più rispondente alla domanda".  Il progetto è già avviato con le prime regioni che stanno inserendo le informazioni: Lazio, Toscana, Piemonte, Liguria, Puglia, Marche e Sicilia. Diverse altre sono in procinto di entrare a farne parte. Il convegno ha poi analizzato gli strumenti che il Coni ha aggiornato nell´ultimo decennio per fornire ai progettisti di impianti una macro lettura dei costi di realizzazione e di gestione sull´esperienza di tutti quelli realizzati e archiviati. Così, per tipologia di impianto, oggi è possibile conoscere la ripartizione percentuale dei costi nei vari ambiti di intervento (strutture, pavimentazioni, coperture, ecc).


"Il Coni stimola gli interventi di recupero e ristrutturazione di impianti esistenti -? è stato detto -? e nel finanziare nuove realizzazioni tramite il Credito Sportivo si privilegiano gli impianti polivalenti". Oggi il 41% dei finanziamenti è rivolto alla ristrutturazione di impianti polivalenti, il 32% ai campi di calcio. Per quanto riguarda la gestione degli impianti, il 65% è in mano ai privati.

 

 

 

giugno 2017


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Respiro aria giornalistica fin da quando…sono nato. Faccio infatti parte di una famiglia giornalistica d’altri tempi papà Rino tra i fondatori di “Stadio“ (che poi lo zio Adalberto ha diretto) e mamma Annaluisa impiegata ai dimafoni (giovani lettori curiosi eh? Dopo ve lo spiego) hanno... (...segue +)

Focus

Sport e auto

Una Ferrari che tende alla globalizzazione ma con il cuore tutto sul territorio

Subito dopo lo...

...leggi »

Lavoro

Il cambiamento aziendale come strumento di accreditamento

Grandi cambiamenti in atto Il mondo non è più...

...leggi »

Cultura e Spettacolo

La grande musica all’Arena: il Concerto Olimpico di Yuri Bashmet

Si è svolto a Castel San...

...leggi »

Formazione

Corso per pizza ad altissima digeribilità con le farine del Molino sul Clitunno

  Molino sul...

...leggi »

Turismo

Castel San Pietro Terme tra miele musica e cibo di strada

Straordinario successo di pubblico...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK