Pubblicità

 

 

 

 

Agroalimentare

07/10/2016

I giornalisti Arga e Unaga al taglio del nastro di MortadellaBò 2016

Si è da poco conclusa l'edizione 2016 di MortadellaBò la kermesse culinaria che celebra la “Regina Rosa”, la Mortadella Bologna IGP.

Dal 20 al 23 ottobre a Bologna, nella fantastica cornice di Piazza Maggiore è stato possibile gustare questa eccellenza internazionale in tutte le sue declinazioni, dalla ristorazione raffinata a sfiziosi street food.

Otto chef - quattro bolognesi e quattro provenienti dal resto d’Italia – attraverso i propri menù hanno dato 24 diverse interpretazioni gastronomiche della Mortadella Bologna IGP all'interno del ristorante a vista allestito in Piazza Maggiore. Sono stati, inoltre, organizzati laboratori di approfondimento e allestita una vera e propria fabbrica di produzione della Mortadella in miniatura. Con l'obiettivo di sensibilizzare ed educare, sopratutto i più giovani, alla lavorazione e alla tradizione di un prodotto così importante, dal punto di vista economico e culturale, del nostro territorio.


In occasione del taglio del nastro è stata inoltre annunciata la presenza del Consorzio Mortadella Bologna IGP all'interno di Fabbrica Italiana Contadina (FICO) Eataly World il parco del cibo che sta sorgendo a Bologna e che, dalla seconda meta╠Ç del 2017, racchiudera╠Ç in un luogo unico la biodiversita╠Ç del cibo italiano, dal campo fino alla forchetta.

All'interno della fabbrica sarà possibile osservare l'intero processo produttivo, dall'ingresso delle materie prime al prodotto finale pronto per essere consumato e gustato oppure acquistato. Tutto questo nasce dalla volontà di mostrare agli imprenditori enogastronomici stranieri e non, quali sono i processi e i valori che rendono la Bologna IGP un'eccellenza e non una mortadella come tutte le altre. La valorizzazione del made in Italy e la trasparenza dei processi produttivi sono i cardini di questo nuovo progetto.



La manifestazione è stata inaugurata dal sindaco Virginio Merola e dall'Arcivescovo di Bologna, Sua Eccellenza Mons. Matteo Zuppi, a testimonianza dell'attività di solidarietà che il Consorzio Mortadella Bologna ha scelto di indirizzare a sostegno della Caritas Diocesana di Bologna. Una parte del ricavato proveniente dalla vendita delle rosette è stato devoluto all’organismo pastorale che ha la missione di promuovere la solidarietà verso le persone svantaggiate del territorio. Inoltre, nei giorni precedenti la manifestazione, a tre delle principali mense della città è stata donata la fornitura di 60 kg di Mortadella.


Al taglio del nastro, in Piazza Maggiore a Bologna, erano presenti erano presenti diversi giornalisti dell'Arga Interregionale e il Segretario Generale dell'Unaga Roberto Zalambani.

 

 

 

aprile 2020


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Qualche tempo fa è finalmente arrivata la risposta alla domanda "a cosa servono i giornalisti a cosa serve il loro Ordine?". L'hanno data in diretta due voci radiofoniche. Sabato 27 maggio sui 97.3 e 97.6 di Radio International il giornalista Leo Vicari (dipendente dell'azienda) si è... (...segue +)

Focus

Internazionale

I media multiculturali in italia

I media multiculturali in Italia sono un fenomeno non tanto recente...

...leggi »

Turismo

Il piccolo narratore di Petra

Il taxi un Toyota pick up grigio mi scarica davanti a...

...leggi »

Economia

L′importanza del business, l′importanza delle idee

Se cerchiamo su Internet alla parola business viene data questa...

...leggi »

Scienza

Alan Turing. La persecuzione di un genio

Ci sono tre cose che indiscutibilmente sono associate alla...

...leggi »

Sport e auto

Automobili Lamborghini: vendite e fatturato record nel 2014

Il fatturato totale è aumentato del 24% passando...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK