Pubblicità

 

 

 

 

Agroalimentare

13/12/2016

Assemblea generale Enaj in occasione del Agromek


Articolo e foto di: Lisa Bellocchi



Lavorare per un’informazione agricola di qualità, valorizzando le specificità delle diverse produzioni ed attitudini nazionali. E’ lo scopo di Enaj, l’European Network of Agricultural Journalists, che ha tenuto ad Herning, in Danimarca, la propria assemblea generale annuale. L’incontro si è svolto durante le giornate di Agromek, la più grande fiera agricola del Nord Europa, giunta quest’anno alla 40° edizione. Agli oltre 500 espositori dei padiglioni fieristici, Agromek ha affiancato importanti seminari di approfondimento, curati da NJF, l’associazione degli scienziati dell’area baltica. I temi affrontati quest’anno, tutti legati alla sostenibilità delle produzioni agricole, hanno spaziato dall’alimentazione dei polli all’uso degli antibiotici negli allevamenti suini; dall’informatizzazione delle imprese agricole ai sistemi di tutela delle scrofe e dei lattonzoli nell’immediato post parto. 

Circa una quarantina i delegati dei diversi Paesi che aderiscono ad Enaj presenti ad Herning. L’incontro ha coinciso con il cambio al vertice dell’organizzazione. Il presidente storico di Enaj, il belga Jef Verhaeren, avrebbe voluto ritirarsi già un anno fa, per lasciare il posto alla tedesca Katharina Seuser, già vicepresidente. Tuttavia, su richiesta della collega di Bonn, impegnata con altre attività internazionali, aveva accettato di rimanere in carica ancora un anno. Per ringraziarlo dell’impegno profuso con grande passione e competenza per anni, i colleghi hanno regalato a Jef Verhaeren una riproduzione dell’area europea, firmata dai delegati Enaj, e gli hanno chiesto di accettare il ruolo di presidente onorario dell’Associazione. 

Nel ruolo di vicepresidente, il consiglio di Enaj ha eletto la collega italiana Lisa Bellocchi, che a gennaio 2016 era entrata a fare parte del Direttivo dell’Associazione. “Credo nell’importanza di organizzazioni come Enaj” ha commentato la Bellocchi. “Esse si muovono a livello puramente volontario e purtroppo senza sussidi dalle istituzioni. Tuttavia si rivelano in grado di mettere efficacemente in contatto tra loro i colleghi che nei diversi Paesi si occupano di giornalismo agricolo: una materia estremamente delicata, proprio per la complessità della PAC e l’incidenza della politica agricola comune sui bilanci degli Stati e sulle scelte degli agricoltori”. 

Nella foto, i membri del Direttivo di Enaj. Da sinistra: Adrian Krebs (CH), Adrian Bell (UK), Hans Siemes (NL), Jef Verhaeren (BE, presidente onorario), Katharina Seuder (DE, presidente), Damien O’ Reilly (IRL), Lisa Bellocchi (IT, vice presidente). 

 

 

 

settembre 2019


EDITORIALE

di: Alberto Bortolotti

Qualche tempo fa è finalmente arrivata la risposta alla domanda "a cosa servono i giornalisti a cosa serve il loro Ordine?". L'hanno data in diretta due voci radiofoniche. Sabato 27 maggio sui 97.3 e 97.6 di Radio International il giornalista Leo Vicari (dipendente dell'azienda) si è... (...segue +)

Focus

Sport e auto

Un altro anno record per Automobili Lamborghini

Incremento delle consegne mondiali per il quinto anno consecutivo:...

...leggi »

Ambiente

Allarme per il clima che cambia

L’allarme sugli effetti devastanti che il cambiamento climatico sta innescando...

...leggi »

Formazione

La corretta informazione in campo alimentare: la tutela del consumatore

Grande successo in termini di...

...leggi »

Economia

Da Food Label Check, un supporto alle imprese

Da qualche settimana le imprese del settore agroalimentare...

...leggi »

Medicina

Vincenzo Zagà nuovo Presidente del SITAB

E’ Vincenzo Zagà il nuovo Presidente della Società Italiana di Tabaccologia...

...leggi »

SPONSOR

PARTNER

LINK