GIORN@LISTINEWS
Via del Battirame, 6/3a ยท 40138 Bologna - Italy
Tel +39 051 531800
E-mail: redazione@giornalistinews.it
Website: www.giornalistinews.it

TESTO DI

Alberto Bortolotti

FOTO DI

Emilio Bonavita

Il ciclismo e chi lo racconta

Sfruttando un format collaudato in calcio, rugby e basket "Il Ciclismo e Chi lo Racconta" (realizzato in collaborazione con il comune di Bellaria-Igea Marina, l'Hotel Milano Resort e il Gruppo Emiliano-Romagnolo Giornalisti Sportivi), in scena il giorno in cui il Giro riposa, presenta alla platea dei giornalisti iscritti al corso (nell'ambito della formazione professionale continua che attiene all'Ordine) un parterre di sicuro interesse.

Il Presidente Renato Di Rocco parla di ciclismo come fatto globale, della grande popolarità dello sport e delle profonde radici presenti in Romagna, sede dell'incontro. Concetto sottolineato subito dopo dal Coordinatore delle Nazionali Davide Cassani, faentino, giornalista iscritto all'Ordine e Presidente dell'Azienda di Promozione Turistica della regione. Le molteplici "giacche" indossate dal'ex ciclista professionista gli conferiscono una invidiabile polivalenza e una rassicurante capacità di analisi. Secondo Cassani è anche difficile pensare a un Giro con un vincitore diverso da Roglic, anche se da CT è soddisfatto del rendimento di Vincenzo Nibali.
Molto stimolanti i contributi del General Manager del team Trek Segafredo Luca Guercilena e del collaboratore di RAI Sport Gianluca Giardini. 
Guercilena ha raccontato la complessità della comunicazione di una squadra (con 96 persone in organico, di cui 57 non corrono) che in certi momenti dell'anno gareggia in 4 continenti diversi. Grande spazio ai social, 5 persone nel comparto media. Ha spiegato come i diritti tv nelle due ruote non vengano trasferiti alle squadre e che un budget di alto livello, come quello dell'ex team Sky, sfiori i 50 milioni annui. Tutti provenienti dagli sponsor.
Giardini è entrato nei dettagli della produzione RAI (un paio di milioni a Giro il costo). E ha spiegato come vengono scelte le immagini e come si possano "recuperare" eventuali errori, una sorta di VAR legato a cadute, incidenti, disavventure non immediatamente in onda.
"Il Ciclismo e Chi lo Racconta", è stato un auspicio comune, diventerà un appuntamento fisso.